Qualcuno ti infastidisce nei locali? Chiedi di Luisa

Nella città svizzera di Winterthur molti bar, club e discoteche hanno negli ultimi mesi aderito ad un’iniziativa per venire incontro alle donne che rischiano di diventare vittime di molestie. I locali che aderiscono all’iniziativa presentano un adesivo all’ingresso o dei volantini affissi nei bagni delle donne. In questo modo i dipendenti sanno che se una ragazza si avvicina chiedendo “C’è Luisa?” devono intervenire immediatamente informando la sicurezza, chiamando un taxi e, se necessario, la polizia.Questa campagna esiste già in altri paesi come Germania Gran Bretagna (dove invece si chiede di “Angela”) e anche in Québec, dov’è possibile ordinare il cocktail Angelot per essere soccorse.

ist-luisa-da-102-resimage_v-variantSmall24x9_w-768

 

Ma perché c’è bisogno di un linguaggio “in codice” invece di un’ esplicita richiesta di aiuto? Secondo la portavoce dell’associazione bar e club di Winterthur, Kajo Böni, in questo modo chi si trova in una situazione spiacevole o delicata non deve spiegare nulla e non deve nemmeno pensare a come procedere senza attirare l’attenzione, evitando così che la situazione degeneri. Naturalmente, le persone che si sentono minacciate possono sempre rivolgersi al personale senza accennare a “Luisa” ma, come sottolinea a ‘Blick’ Alexander Bücheli portavoce della Commissione Bar e Club di Zurigo, la campagna è un complemento ideale e un messaggio chiaro sul fatto che la violenza sessuale non ha posto nella nostra società e nella vita notturna.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...