ISA BLUETTE – TERESA FERRERO (1898 – 1939)

Template_Freeday-01.png

Gli inizi di Teresa non furono facili. Piccolina, bruna e di carnagione chiara, dotata di una sensualità innegabile, esordì nei café-chantant torinesi e solo più tardi riuscì ad arrivare ai teatri cittadini. Nel frattempo aveva già capito che doveva usare un nome d’arte e ispirarsi a #Parigi, tempio del varietà che la affascinava. Portò a Torino le piume, che avrebbero poi caratterizzato le riviste dei decenni successivi e, soprattutto la rivista, in cui la soubrette era sempre accompagnata da uomini in smoking. Insieme a uno spettacolo sfarzoso e luminoso per costumi e trovate, c’era Isa Bluette, il nome d’arte definitivo, scelto da Teresa: bella con una voce elegante e melodiosa, faceva sospirare gli spettatori e affascinava le spettatrici.

Sempre più affermata, in spettacoli che alternavano i numeri di danza e canto a intermezzi comici, Isa lanciò il concittadino #ErminioMacario e un giovanissimo #Totò, due dei maestri della comicità italiana dei decenni successivi.

Logo

Arrivata al vertice dello spettacolo italiano, la soubrette torinese non si stancava di innovare e di proporre novità sempre sorprendenti: fu la prima a portare in Italia la #passerella, che permetteva al pubblico di vedere da vicino chi danzava sul palcoscenico. Era spumeggiante e irraggiungibile, una giovane donna che aveva realizzato il sogno impossibile di un’adolescente della periferia operaia torinese.

Isa morì di tisi giovanissima all’apice del suo successo all’età di 41 anni. Nei giorni dell’agonia sposò il compagno, anche lui teatrante, che le era sempre stato accanto. Finito il suo tempo e ormai tramontato il genere di cui fu regina indiscussa, la rivista, Isa Bluette è stata dimenticata, anche dalla sua città, Torino, che non le ha mai dedicato un teatro, un monumento, una via. Eppure, nella prima metà del Novecento fu una delle donne più ammirate e famose d’Italia, grazie alle sue tournée e al successo dei suoi spettacoli di rivista.
Oggi Isa Bluette è sepolta al #CimiteroMonumentale di Torino.

Isa-Bluette-Marco-Fratta

La frase del #freeday di oggi è:
“Il fiordaliso che sbocciò raggiungendo il suo sogno d’artista”

Questa e altre storie di donne famose su Freeda – Feel free around, un progetto di Freeda

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...