RITA MONTAGNANA TOGLIATTI (1895-1979)

rita montagnana togliatti.png

Nata a Torino nel 1895 da famiglia di origine ebraica, Rita a quattordici anni già lavorava come sarta. Aderì nel 1917 alla famosa Rivolta del pane a Torino, che la fece avvicinare a quella che sarebbe diventata la sua grande passione: l’attività politica.

Un’impegnata carriera al fianco delle lavoratrici la rese una delle organizzatrici delle prime celebrazioni italiane, nell’immediato dopoguerra, della Giornata internazionale della donna; a lei, #TeresaMattei e a #TeresaNoce si deve, tra l’altro, la scelta della mimosa come simbolo dell’ #8marzo.

e2177924-80a9-4ea5-8ae6-b4e339da6980.jpg

La lotta per i diritti delle donne e della condizione femminile nelle fabbriche la portò da parlamentare a visitare gli stabilimenti #FIATMirafioridi Torino, che ci piace ricordare attraverso questa bellissima testimonianza dell’operaia Teresa Cirio: “Credo che fosse il ’48, la visita alla FIAT. C’era il reparto presse dove io sapevo che le donne quasi tutte avevano perso un dito o un pezzo di dito, perché c’erano tanti infortuni.
Allora quando sono arrivata lì dico a Rita -è quel reparto-.
Allora lei fa fermare la macchina, sale sulla scaletta e fa il comizio:
-Operaie, fatemi vedere le mani-.
E tutte le operaie così d’attorno: una cosa da fare un film, una meraviglia proprio. Tutte con la tuta da lavoro, con le mani così, e lei ha fatto il comizio. Poi abbiamo continuato.
Finito ci riceve Valletta e dice: -Cosa ne pensa della FIAT?-.
E lei -Penso proprio che dopo la Liberazione non avrei mai immaginato che gli operai stessero così male-.

montagnana.JPG

Una donna che si prodigò senza tregua nell’impegno politico ed in particolare nel riconoscimento dei #diritti delle donne, ma rimase sola per buona parte della sua vita. Una volta che il marito #PalmiroTogliatti la lasciò per un’altra donna (la più giovane #NildeIotti anch’essa politica), Rita abbandonò progressivamente l’attività politica e dal 1958 si ritirò a vita privata dedicandosi alla cura del figlio Aldo e delle sue fragilità a causa delle quali “visse” per quasi trent’anni dentro un centro di recupero psichiatrico.

Rita Montagnana si spense a Roma nel 1979 e venne sepolta nel Cimitero Parco di Torino, sua città.

#ritamontagnana #donneditalia #donne #jointherevolution 

 

Questa e altre storie di donne famose su Freeda – Feel free around, un progetto di Freeda

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...